lunedì, 25 luglio 2022 / Pubblicato il Comunicazioni
Ossa e vitalità del cervello. Sono queste le aree di intervento del magnesio nel nostro organismo per contribuire al suo brillante funzionamento. Ma con quali cibi è possibile assumere questo importante minerale che ci fa stare bene e che, soprattutto in estate per l’elevata sudorazione, perdiamo in notevole quantità? Gli alimenti particolarmente ricchi di magnesio
venerdì, 15 luglio 2022 / Pubblicato il Comunicazioni
Riparare il cuore dopo un infarto? È possibile, grazie al gene scoperto dall’Università di Bologna a seguito di un importante studio pubblicato sulla rivista “Nature Cardiovascular”, coordinato dal ricercatore Gabriele D’Uva. Per giungere a questa conclusione, gli studiosi sono partiti da lontano, dall’analisi cioè del tessuto cardiaco dei neonati. Durante l’indagine effettuata sulle cellule del
lunedì, 27 giugno 2022 / Pubblicato il Comunicazioni
Le nuove frontiere dell’applicazione della robotica in campo medico mettono a segno un ulteriore traguardo. Il lavoro sinergico tra il laboratorio congiunto Rehab Technologies Iit – Inail, l’Istituto Italiano di Tecnologia (Iit) e il Centro di Riabilitazione Motoria dell’Inail di Volterra ha infatti portato alla realizzazione di “Float”, un esoscheletro robotico motorizzato destinato alla riabilitazione
mercoledì, 15 giugno 2022 / Pubblicato il Comunicazioni
Che l’attività fisica faccia bene al nostro corpo è risaputo ma quali siano le ragioni che generano gli indubbi benefici, in primis al cervello, è meno noto. A questa domanda hanno cercato di rispondere un team di studiosi americani della New York University Grossman School of Medicine. Svolgendo un’indagine su alcune cavie di laboratorio in
mercoledì, 25 maggio 2022 / Pubblicato il Comunicazioni
Si prospetta una stangata alle cellule tumorali, secondo quanto emerge dallo studio recente portato a termine con successo da un’équipe di ricercatori del dipartimento di Scienze biologiche chimiche e farmaceutiche dell’Università degli Studi di Palermo. La ricerca è stata svolta in collaborazione con il gruppo di ricerca di Fabrizio Messina del dipartimento di Fisica e
lunedì, 16 maggio 2022 / Pubblicato il Comunicazioni
Lo sviluppo delle tecnologie digitali al servizio della medicina è ormai una realtà in progressiva espansione. I vantaggi per l’utenza sono indubbi ma è altrettanto importante calibrare il sistema, in modo da riprogrammare la gestione sulla base di questo nuovo trend al fine di vederne appieno i frutti positivi. Altrimenti è come avere una Ferrari
martedì, 26 aprile 2022 / Pubblicato il Comunicazioni
La riabilitazione robotica è ormai una realtà che si sta fortemente consolidando. A confermarlo ci pensa anche l’autorevole Istituto Superiore di Sanità (Iss) nel Documento finale della Conferenza Nazionale di Consenso “La riabilitazione assistita da robot e dispositivi elettromeccanici per le persone con disabilità di origine neurologica”. L’importante iniziativa è stata promossa dallo stesso ente
venerdì, 15 aprile 2022 / Pubblicato il Comunicazioni
Dallo studio di una particolare categoria di vermi giunge una scoperta che potrebbe avere effetti molto significativi nella medicina. Un team di ricercatori australiani ha, infatti, scoperto una proteina che si rivela fondamentale per la riparazione delle cellule cerebrali. Il suo nome è Adm-4. È presente nei vermi nematodi e in questi piccoli animali è
sabato, 26 marzo 2022 / Pubblicato il Comunicazioni
La perdita della massa muscolare nei pazienti affetti da cachessia tumorale potrebbe essere recuperata grazie ai risultati prodotti da un recente studio medico. Bert Blaauw, principal investigator presso l’Istituto Veneto di Medicina Molecolare e professore dell’Università di Padova, assieme al suo gruppo di ricercatori ha scoperto le dinamiche organiche che determinano questo fenomeno. La riduzione
martedì, 15 marzo 2022 / Pubblicato il Comunicazioni
Tra dieta e riposo notturno si stabilisce un’importante correlazione. Secondo uno studio condotto dal Centro di Medicina del Sonno dell’Università di Chicago, infatti, dormire meglio e qualche ora in più rispetto alle 6-6,5 ore a notte fa dimagrire. Un’ottima notizia per poter eliminare i chili di troppo, senza sottoporsi ad eccessive limitazioni di cibo oppure